Deposito per il caso di soccombenza
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO SECONDO. Del processo di cognizione - TITOLO TERZO. Delle impugnazioni - CAPO TERZO. Del ricorso per cassazione - SEZIONE PRIMA. Dei provvedimenti impugnabili e dei ricorsi
Articolo 364
Deposito per il caso di soccombenza
Abrogato

[Il ricorso deve essere preceduto dal deposito, per il caso di soccombenza, di lire centocinquanta se la sentenza impugnata e' del pretore, di lire trecento se la sentenza impugnata e' del tribunale, di lire seicento in ogni altro caso.

E' sufficiente un solo deposito quando piu' parti ricorrono con lo stesso atto contro una o piu' parti, anche se per motivi diversi.

Non e' richiesto deposito:

1) per i ricorsi di cui ai numeri 1 e 2 dell'articolo 362;

2) per i ricorsi nell'interesse dello Stato e per quelli proposti a norma dell'articolo 368;

3) per i ricorsi nell'interesse delle persone ammesse al beneficio del gratuito patrocinio per il giudizio di cassazione;

4) per i ricorsi relativi a controversie del lavoro e della previdenza e assistenza obbligatorie;

5) negli altri casi indicati dalla legge.]

(1)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato abrogato dall'art. 1, L. 18.10.1977, n. 793.

 

Vetrina