Accertamento tecnico e ispezione giudiziale
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO QUARTO. Dei procedimenti speciali - TITOLO PRIMO. Dei procedimenti sommari - CAPO TERZO. Dei procedimenti cautelari - SEZIONE QUARTA. Dei procedimenti di istruzione preventiva
Articolo 696
Accertamento tecnico e ispezione giudiziale

Chi ha urgenza di far verificare, prima del giudizio, lo stato di luoghi o la qualità o la condizione di cose può chiedere, a norma degli articoli 692 e seguenti, che sia disposto un accertamento tecnico o un'ispezione giudiziale. L'accertamento tecnico e l'ispezione giudiziale, se ne ricorre l'urgenza, possono essere disposti anche sulla persona dell'istante e, se questa vi consente, sulla persona nei cui confronti l'istanza è proposta. (1) (4)

L'accertamento tecnico di cui al primo comma può comprendere anche valutazioni in ordine alle cause e ai danni relativi all'oggetto della verifica. (5)

Il presidente del tribunale, [il pretore] o il giudice di pace provvede nelle forme stabilite negli articoli 694 e 695, in quanto applicabili, nomina il consulente tecnico e fissa la data dell'inizio delle operazioni . (2) (3)

-----

(1) E' costituzionalmente illegittimo il presente comma dell'art. 696 C.p.C. : nella parte in cui non consente di disporre accertamento tecnico o ispezione giudiziale sulla persona dell'istante (C. cost. 22.10.1990 n. 471); nella parte in cui nonprevede che il giudice possa disporre accertamento tecnico o ispezione giudiziale anche sulla persona nei cui confronti l'istanzaè proposta, dopo averne acquisito il consenso (C. cost.19.07.1996 n. 257).

(2) Le parole "il pretore", citate nel presente comma, sono state soppresse dall'art. 104 D.Lgs19.02.98 n. 51, in vigore dal 21.03.98 con effetto dal 02.06.99.

(3) Il numero della sezione di cui fa parte il presente articoloè stato sostituito dall' art. 74L. 26.11.1990 n. 353.

(4) Il presente comma è stato così modificato dall' art. 2, D.L. 14.03.2005, n. 35,come modificato dall'allegato alla L. 14.05.2005, n. 80 con decorrenza ed efficacia dalle date contenute rispettivamente nei commi 3 quater e 3 quinquies del medesimo articolo. Si riporta di seguito il testo previgente:

"Chi ha urgenza di far verificare, prima del giudizio, lo statodi luoghi o la qualità o la condizione di cose può chiedere, a norma degli articoli 692 eseguenti, che sia disposto un accertamento tecnico o un'ispezione giudiziale.".

(5) Il presente comma è stato inserito dall'art. 2, D.L. 14.03.2005, n. 35, come modificato dall'allegato alla L.14.05.2005, n. 80 con decorrenza ed efficacia dalle date contenute rispettivamente nei commi 3 quater e 3 quinquies del medesimo articolo.