Citazione dei testimoni, periti, interpreti, consulenti tecnici e imputati di un procedimento connesso
Disposizioni di attuazione del codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 5 agosto 1989, n. 182
Norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale [disposizioni attuative codice procedura penale]
Approvato con D.Lgs. 28.07.1989, n. 271

TITOLO PRIMO. Norme di attuazione - CAPO UNDICESIMO. Disposizioni relative al dibattimento
Articolo 142
Citazione dei testimoni, periti, interpreti, consulenti tecnici e imputati di un procedimento connesso

1. [I testimoni, i periti, gli interpreti e i consulenti tecnici sono citati almeno tre giorni prima della data fissata per il dibattimento]. (1)

2.Quando per le notificazioni dei testimoni, dei periti, degli interpreti, dei consulenti tecnici e delle persone indicate nell'art. 210 del codice e` richiesto l'ufficiale giudiziario, le parti devono consegnare al medesimo gli atti di citazione in tempo utile e nel numero di copie necessario. (2)

3. L'atto di citazione contiene:

a) l'indicazione della parte richiedente nonché del decreto che ha autorizzato la citazione;

b) le generalità e il domicilio della persona da citare;

c) il giorno, l'ora e il luogo della comparizione e il giudice davanti al quale la persona citata deve presentarsi;

d) l'indicazione degli obblighi e delle facoltà previsti dagli art. 198, 210 e 226 del codice ;(3)

e) l'avvertimento che, in caso di mancata comparizione non dovuta a legittimo impedimento, la persona citata potrà a norma dell'rticolo 133 del codice, essere accompagnata a mezzo della polizia giudiziaria e condannata al pagamento di una somma da lire centomila a lire un milione a
favore della cassa delle ammende e alla rifusione delle spese alle quali la mancata comparizione ha dato causa.

4. Quando la citazione è disposta di ufficio il decreto di citazione contiene i requisiti previsti dal comma 3 lettere b), c), d), e) nonché l'indicazione dell'imputato. (4)

----

(1) Il presente comma è stato soppresso dall' articolo 2 D.L. 08.06.1992, n. 306 (G.U. 08.06.1992 n. 133) conv. con modif. dalla L. 07.08.1992, n. 356 (G.U. 07.08.1992, n. 185 recante:"Modifiche urgenti al nuovo codice di procedura penale e provvedimenti di contrasto alla criminalità mafiosa" (testo coordinato G.U. 15.09.1992 n. 217).

(2) Il presente comma è stato così modificato dall' articolo 2 D.L. 08.06.1992, n. 306 (G.U. 08.06.1992 n. 133) conv. con modif. dalla L. 07.08.1992, n. 356 (G.U. 07.08.1992, n. 185 recante:"Modifiche urgenti al nuovo codice di procedura penale e provvedimenti di contrasto alla criminalita` mafiosa" (testo coordinato G.U. 15.09.1992 n. 217).

(3) La presente lettera è stata così sostituita dall' articolo 2 D.L. 08.06.1992, n. 306 (G.U. 08.06.1992 n. 133) conv. con modif. dalla L. 07.08.1992, n. 356 (G.U. 07.08.1992, n. 185 recante:"Modifiche urgenti al nuovo codice di procedura penale e provvedimenti di contrasto alla criminalità mafiosa" (testo coordinato G.U. 15.09.1992 n. 217).

(4) La rubrica del presente articolo è stata così sostituita dall' articolo 2 D.L. 08.06.1992, n. 306 (G.U. 08.06.1992 n. 133) conv. con modif. dalla L. 07.08.1992, n. 356 (G.U. 07.08.1992, n. 185 recante:"Modifiche urgenti al nuovo codice di procedura penale e provvedimenti di contrasto alla criminalita` mafiosa" (testo coordinato G.U. 15.09.1992 n. 217).






Vetrina