Rapporti tra azione civile e azione penale
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO PRIMO. Soggetti - TITOLO QUINTO. Parte civile, responsabile civile e civilmente obbligato per la pena pecuniaria
Articolo 75
Rapporti tra azione civile e azione penale

1.L'azione civile proposta davanti al giudice civile puo` essere trasferita nel processo penale fino a quando in sede civile non sia stata pronunciata sentenza di merito anche non passata in giudicato.
L'esercizio di tale facolta` comporta rinuncia agli atti del giudizio; il giudice penale provvede anche sulle spese del procedimento civile.

2.L'azione civile prosegue in sede civile se non e` trasferita nel processo penale o e` stata iniziata quando non e` piu` ammessa la costituzione di parte civile.

3.Se l'azione e` proposta in sede civile nei confronti dell'imputato dopo la costituzione di parte civile nel processo penale o dopo la sentenza penale di primo grado, il processo civile e` sospeso fino alla pronuncia della sentenza penale non piu` soggetta a impugnazione, salve le eccezioni previste dalla legge.

 

 

 

Vetrina