Difensore delle altre parti private
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO PRIMO. Soggetti - TITOLO SETTIMO. Difensore
Articolo 100
Difensore delle altre parti private

1.La parte civile, il responsabile civile e la persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria stanno in giudizio col ministero di un difensore, munito di procura speciale conferita con atto pubblico o scrittura privata autenticata dal difensore o da altra persona abilitata. (1)

2.La procura speciale puo` essere anche apposta in calce o a margine della dichiarazione di costituzione di parte civile, del decreto di citazione o della dichiarazione di costituzione o di intervento del responsabile civile e della persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria. In tali casi l'autografia della sottoscrizione della parte e` certificata dal difensore.

3.La procura speciale si presume conferita soltanto per un determinato grado del processo, quando nell'atto non e` espressa volonta` diversa.

4.Il difensore puo` compiere e ricevere, nell'interesse della parte rappresentata, tutti gli atti del procedimento che dalla legge non sono a essa espressamente riservati. In ogni caso non puo` compiere atti che importino disposizione del diritto in contesa se non ne ha ricevuto espressamente il potere.

5.Il domicilio delle parti private indicate nel comma 1 per ogni effetto processuale si intende eletto presso il difensore. 

 

-----

(1) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 13, L. 16.12.1999, n. 479 (G.U. 18.12.1999, n. 296).

 

 

                                                 

Vetrina