Segreto di ufficio
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO TERZO. Prove - TITOLO SECONDO. Mezzi di prova - CAPO PRIMO. Testimonianza
Articolo 201
Segreto di ufficio

1. Salvi i casi in cui hanno l'obbligo di riferirne all'autorità giudiziaria, i pubblici ufficiali, i pubblici impiegati e gli incaricati di un pubblico servizio hanno l'obbligo di astenersi dal deporre su fatti conosciuti per ragioni del loro ufficio che devono rimanere segreti.

2. Si applicano le disposizioni dell'articolo 200 commi 2 e 3.

(1)

-------------------------

(1) Per ipotesi particolari, v.:
– art. 3, L. 19 ottobre 2001, n. 386, Istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata mafiosa o similare;
– art. 6, comma 2, L. 05.06.1989, n. 219;
– art. 4, commi 10, 11 e 12, D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58;
– art. 7, D.lgs. 01.09.1993, n. 385;
– art. 9, D.lgs. 29 marzo 1993, n. 119, sul cambiamento di generalità dei collaboratori di giustizia;
– art. 3, comma 2, L. 7 maggio 2002, n. 90, recante l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta concernente il dossier Mitrokhin e l’attività di intelligence italiana.

 

 

 

 

Vetrina