Avocazione delle indagini
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO QUINTO. Indagini preliminari e udienza preliminare - TITOLO QUINTO. Attività del pubblico ministero
Articolo 372
Avocazione delle indagini

1. Il procuratore generale presso la corte di appello dispone con decreto motivato, e assunte, quando occorre, le necessarie informazioni, l'avocazione delle indagini preliminari quando:

a) in conseguenza dell'astensione o della incompatibilità del magistrato designato non è possibile provvedere alla sua tempestiva sostituzione;

b) il capo dell'ufficio del pubblico ministero ha omesso di provvedere alla tempestiva sostituzione del magistrato designato per le indagini nei casi previsti dall'articolo 36, comma 1, lettere a), b), d), e).

1-bis. Il procuratore generale presso la corte di appello, assunte le necessarie informazioni, dispone altresì con decreto motivato l'avocazione delle indagini preliminari relative ai delitti previsti dagli articoli 270-bis, 280, 285, 286, 289-bis, 305, 306, 416 nei casi in cui è obbligatorio l'arresto in flagranza e 422 del codice penale quando, trattandosi di indagini collegate, non risulta effettivo il coordinamento delle indagini previste dall'articolo 371 comma 1 e non hanno dato esito le riunioni per il coordinamento disposte o promosse dal procuratore generale anche d'intesa con altri procuratori generali interessati. (1)

 

-----

(1) Il presente comma, aggiunto dall'art. 3, D.L. 09.09.1991, n. 292, convertito con modificazioni dalla L. 08.11.1991, n. 356, recante disposizioni in materia di custodia cautelare e di avocazione dei procedimenti penali, è stato poi così sostituito dall'art. 8, D.L. 20.11.1991, n. 367, convertito con modificazioni dalla L. 20.01.1992, n. 8, istitutivo della Direzione Nazionale Antimafia; la disposizione, per effetto dell'art. 15 del D.L. menzionato, si applica solo ai procedimenti iniziati successivamente all'entrata in vigore dello stesso.