Attribuzioni del tribunale in composizione monocratica
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale [codice di procedura penale]
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO PRIMO. Soggetti - TITOLO PRIMO. Giudice - CAPO SESTO. Capacità e composizione del giudice
Articolo 33 Ter
Attribuzioni del tribunale in composizione monocratica

1. Sono attribuiti al tribunale in composizione monocratica i delitti previsti dall'articolo 73 del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, sempre che non siano contestate le aggravanti di cui all'articolo 80 del medesimo testo unico. (2)

2. Il tribunale giudica in composizione monocratica, altresì, in tutti i casi non previsti dall'articolo 33 bis da altre disposizioni di legge. (1)

 

-----

(1) Il presente articolo, aggiunto dall'art. 169, D.lgs. 19.02.1998, n. 51 (G.U. 20.03.1998, n. 66, S.O. n. 48) con decorrenza dal 02.01.2000, è stato sostituito dall'art. 10, L. 16.12.1999, n. 479 (G.U. 18.12.1999, n. 296); si riporta di seguito il testo originario:

"art. 33 ter. Attribuzioni del tribunale in composizione monocratica. 1. Fuori dei casi previsti dall'articolo 33 bis o da altre disposizioni di legge, il tribunale giudica in composizione monocratica."

(2) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 1 L. 05.06.2000 n. 144 (G.U. 07.06.2000 n. 131), entrata in vigore l' 8 giugno 2000. Si riporta, di seguito, il testo precedente:

"1. Sono attribuiti al tribunale in composizione monocratica i delitti previsti dall'articolo 73 del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, sempre che non siano contestate le aggravanti di cui all'articolo 80 commi 1, 3 e 4 del medesimo testo unico".