Attribuzioni del tribunale in composizione monocratica
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO PRIMO. Soggetti - TITOLO PRIMO. Giudice - CAPO SESTO. Capacità e composizione del giudice
Articolo 33 Ter
Attribuzioni del tribunale in composizione monocratica

1. Sono attribuiti al tribunale in composizione monocratica i delitti previsti dall'articolo 73 del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, sempre che non siano contestate le aggravanti di cui all'articolo 80 del medesimo testo unico. (2)

2. Il tribunale giudica in composizione monocratica, altresì, in tutti i casi non previsti dall'articolo 33 bis da altre disposizioni di legge. (1)

 

-----

(1) Il presente articolo, aggiunto dall'art. 169, D.lgs. 19.02.1998, n. 51 (G.U. 20.03.1998, n. 66, S.O. n. 48) con decorrenza dal 02.01.2000, è stato sostituito dall'art. 10, L. 16.12.1999, n. 479 (G.U. 18.12.1999, n. 296); si riporta di seguito il testo originario:

"art. 33 ter. Attribuzioni del tribunale in composizione monocratica. 1. Fuori dei casi previsti dall'articolo 33 bis o da altre disposizioni di legge, il tribunale giudica in composizione monocratica."

(2) Il presente comma è stato così modificato dall'art. 1 L. 05.06.2000 n. 144 (G.U. 07.06.2000 n. 131), entrata in vigore l' 8 giugno 2000. Si riporta, di seguito, il testo precedente:

"1. Sono attribuiti al tribunale in composizione monocratica i delitti previsti dall'articolo 73 del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, sempre che non siano contestate le aggravanti di cui all'articolo 80 commi 1, 3 e 4 del medesimo testo unico".