Reati commessi dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dai Ministri
Costituzione della Repubblica
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 27 dicembre 1947, n. 298
Costituzione della Repubblica Italiana
Approvata dall'Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947, promulgata dal Capo provvisorio dello Stato il 27 dicembre 1947

PARTE SECONDA Ordinamento della Repubblica - TITOLO TERZO Il Governo - SEZIONE PRIMA Il Consiglio dei ministri
Articolo 96
Reati commessi dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dai Ministri
(Rubrica non ufficiale)

Il Presidente del Consiglio dei ministri ed i ministri, anche se cessati dalla carica, sono sottoposti, per i reati commessi nell'esercizio delle loro funzioni, alla giurisdizione ordinaria, previa autorizzazione del Senato della Repubblica o della Camera dei deputati, secondo le norme stabilite con legge costituzionale. (1)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato cosi` sostituito dalla legge costituzionale 16 gennaio 1989, n.1 (Gazzetta ufficiale n.13 del 17 gennaio 1989).