VENDITE PIRAMIDALI

Illegittima la catena di sant’Antonio su internet

26 Settembre 2012

Corte di cassazione - Sezione III penale - Sentenza 26 settembre 2012 n. 37049

È illecito il comportamento del titolare di siti web incentrati sulla corresponsione di incentivi agli iscritti sulla base del mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che ricondurli alla attività di vendita di beni o servizi determinati: le cosiddette “catene di sant’Antonio”. Lo ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza 37049/2012
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati