OMICIDIO COLPOSO

Se l’inquilino muore fulminato ne rispondono proprietario e amministratore

10 Ottobre 2012

Corte di cassazione - Sezione IV penale - Sentenza 10 ottobre 2012 n. 40050

Il proprietario di casa e l’amministratore - anche soltanto di fatto - rispondono penalmente della morte dell’inquilino rimasto fulminato per l’assenza di “salvavita “all’interno dell’abitazione. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 40050/2012, respingendo il ricorso di un’anziana madre (proprietaria della casa), e del di lei figlio (che “le dava una mano” nella gestione), contro la sentenza della Corte di appello che li aveva condannati entrambi per omicidio colposo
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati