VIOLAZIONE DELLA LIBERTÀ MORALE

Violenza privata aggravata per il marito che taglia i capelli alla moglie contro la sua volontà

Corte di cassazione - Sezione V penale - Sentenza 6 marzo 2013 n. 10413

Aveva imposto alla moglie il taglio dei capelli a seguito di una lite per gelosia. Per questo un 39enne - appartenente all'arma dei carabinieri - dovrà scontare una dura condanna per violenza privata aggravata. La quinta sezione penale della Cassazione, sentenza 10413/2013, ha infatti confermato la sentenza con cui, la Corte d'appello di Genova, aveva riconosciuto colpevole l'uomo
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati