CONCORSO DI REATI

Reato continuato, sanzioni sempre più severe rispetto ai reati satellite

13 Giugno 2013

Corte di cassazione - Sezioni unite penali - Sentenza 13 giugno 2013 n. 25939

“In caso di concorso di reati puniti con sanzioni omogenee sia nel genere che nella specie per i quali sia riconosciuto il vincolo della continuazione, l’individuazione del concreto trattamento sanzionatorio per il reato ritenuto dal giudice più grave non può comportare l’irrogazione di una pena inferiore nel minimo a quella prevista per uno dei reati-satellite”. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 25939/2013, affermando un principio di diritto
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati