REATI CONTO LA MORALITA' PUBBLICA

Sequestro immobile: niente misura se c'è prostituzione all'insaputa del proprietario

27 Giugno 2013

Corte di cassazione - Sezione III penale - Sentenza 12 febbraio 2012-27 giugno 2013 n. 28133

Il titolare di un immobile che lo abbia concesso in locazione e che a sua insaputa sia stato destinato a un giro di prostituzione non può subire il sequestro preventivo dell’immobile in ragione dei canoni di locazione percepiti. Lo ha affermato la Sezione III penale della Corte di cassazione con la sentenza 12 febbraio 2012-27 giugno 2013 n. 28133.
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati