ODIO RAZZIALE

Scatta sempre l’aggravante se l’insulto è basato sulla ‘razza’

16 Luglio 2013

Corte di cassazione - Sezione V penale - Sentenza 15 luglio 2013 n. 30525

È sempre aggravato dalla finalità dell'odio razziale - punito dalla legge 'Mancino’ del 1993 - il comportamento di chi insulta un'altra persona sulla base 'di un sentimento di avversione o di discriminazione fondato sulla razza, l'origine etnica o il colore, e cioè di un sentimento immediatamente percepibile come connaturato alla esclusione di condizioni di parità. Lo sottolinea la Cassazione, con la sentenza 30525/2013, rilevando che in simili casi non ha alcuna importanza verificare quale sia ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati