INFORTUNI SUL LAVORO

Il datore risponde di omicidio colposo per la morte del dipendente ubriaco

19 Settembre 2013

Corte di cassazione – Sezione IV penale – Sentenza 17 settembre 2013 n. 38129

Il datore di lavoro è passibile di condanna per omicidio colposo se, nell'affidare i compiti ai suoi lavoratori, non ha tenuto conto della loro 'salute' oltre che della loro 'sicurezza' e in conseguenza di queste sottovalutazioni succede l'irreparabile ad un dipendente. È per questa ragione che la Cassazione, con la sentenza 38129/2013
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati