MISURA CAUTELARE

Carcere per lo stalker ossessivo contro le ex

29 Ottobre 2013

Corte di Cassazione - Sezione I Penale - Sentenza 28 ottobre 2013 n. 43932

I comportamenti persecutori tenuti dall’indagato in concomitanza dell’interruzione dei rapporti sentimentali con le sue due ex, consistenti in reazioni ossessive, anomale e sproporzionate tali da sfociare in un vero e proprio assedio delle vittime, sono elementi idonei a fondare l’imputazione del reato di atti persecutori di cui all’art. 612-bis c.p., nonchè gravi e rilevanti indizi di colpevolezza che giustificano l’adozione della misura cautelare della custodia in carcere. Lo ha affermato la ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati