REATO DIFFICILE DA PERSEGUIRE

Cassazione: “incongruente” la prescrizione per la calunnia

30 Ottobre 2013

Corte di cassazione - Sezione VI penale - Sentenza 30 ottobre 2013 n. 44261

Vi sono “concrete incongruenze” nel sistema penale che possono rendere di fatto poco efficace la perseguibilità di chi si macchia di un reato di calunnia, ove si procrastini l’esercizio dell’azione al proscioglimento irrevocabile del calunniato. In particolare, il decorrere della prescrizione per questo reato durante la celebrazione dei diversi gradi del processo alla vittima di una accusa infondata può ben portare alla non punibilità del calunniatore perché il suo reato è prescritto. Parole della ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati