REATI CONTRO LA FEDE PUBBLICA

Falso ideologico se il medico libero professionista usa ricettari di un collega convenzionato Asl

| 06 Dicembre 2013

Corte di Cassazione – Sezione V penale – Sentenza 5 dicembre 2013 n. 48803

Il medico libero professionista che emette ricette falsamente riconducibili ad un medico convenzionato Asl commette il delitto di falso ideologico in atto pubblico, essendo irrilevante ai fini della configurazione del reato l’eventuale assenza di un movente e l’innocuità del falso, in quanto tale comportamento può portare a contestazioni di ipotesi di danno erariale o colpa professionale. Lo ha affermato la Cassazione con la sentenza 48803/2013
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati