Licenziamento

Licenziamento illegittimo perché sproporzionato: con la Fornero è esclusa la reintegrazione

| 24 Aprile 2013

Con ordinanza del 23 aprile 2013, giudicando di un licenziamento disciplinare per giusta causa ex art. 2119 cod. civ., il Tribunale di Milano ha dichiarato la illegittimità del provvedimento espulsivo per sproporzione rispetto agli inadempimenti contestati, anche in considerazione dell’assenza di precedenti disciplinari in capo al lavoratore.

Sotto il profilo delle conseguenze della predetta illegittimità del licenziamento, il Tribunale ha dato atto della “piena sussistenza del fatto contestato” ed ha, quindi, affermato l’inapplicabilità del 4^ comma dell’art. 18 L. 300/1970 per essere, invece, applicabile il 5^ comma della predetta norma (che prevede la corresponsione di una indennità risarcitoria omnicomprensiva tra le 12 e le 24 mensilità).

In particolare, dichiarato risolto il rapporto tra le parti, il Tribunale ha condannato la Società a corrispondere al lavoratore, a titolo risarcitorio, un’indennità pari a dodici mensilità della retribuzione globale di fatto.

Nella quantificazione della predetta indennità il Tribunale ha tenuto conto dell’anzianità aziendale, delle mansioni e del ruolo del lavoratore (di responsabile e coordinatore) nonché dell’elemento soggettivo della condotta contestata (il dipendente aveva ignorato consapevolmente le direttive aziendali).

Ulteriore spunto di riflessione in tema di onere della prova si rinviene nell’ordinanza in commento nella parte in cui il Tribunale ha escluso l’applicabilità del 4^ comma dell’art. 18 L. 300/1970 dando atto dell’impossibilità di valutare se l’inadempimento contestato fosse punibile con una sanzione conservativa per non avere la difesa del lavoratore prodotto né il Contratto collettivo né il codice disciplinare.

Riforma Fornero: il bilancio di fine anno

FORNERO - Contratti a termine, troppo lunghi i tempi per i rinnovi

CONVEGNO GIUSLAVORISTI: Ad Ancona anche il messaggio della Fornero

Il nuovo giudizio di impugnazione del licenziamento dopo la Riforma Fornero

Vademecum sulla c.d. Riforma Fornero

RIFORMA FORNERO - La cessazione del rapporto di lavoro va comunicata entro 5 giorni

LICENZIAMENTI E RIFORMA FORNERO: Le linee guida per la conciliazione (Circ. n. 3/2013 Min. Lav.)

INPS: Fornero, ridurre la prescrzione sulle somme indebitamente percepite

Linee guida sul Rito Fornero: principali differenze tra i diversi Tribunali

PENSIONI: Il ministro Fornero incontra la Cassa forense

Dalle banche dati Lex24 e Guida al Diritto

Norme e Tributi

(25-05-2012, pag. 27 - Fornero: licenziamenti anche nel pubblico)

LEX24

Norme e Tributi

(03-02-2012, pag. 30 - Fornero: prescrizione breve dei debiti)

LEX24

Norme e Tributi

(24-07-2012, pag. 22 - Giovedì l'incontro Casse-Fornero)

LEX24

Norme e Tributi

(29-03-2012, pag. 27 - Confronto fra Cassa e Fornero)

LEX24

Norme e Tributi

(22-09-2012, pag. 29 - Fornero «promuove» le Casse)

LEX24