CONVEGNO

Stomie: Sanità militare e Sanità civile a confronto

19/06/2019 10:44


Martedì 25 giugno dalle ore 9.00 alle 15.30 nella splendida cornice del Circolo Ufficiali della Marina Militare (Roma, Lungotevere Flaminio n. 45/47) si terrà il convegno "Stomie: Sanità Militare e Sanità Civile a confronto. Dati epidemiologici ed expertise chirurgica".

L'evento è promosso da Schult'z Risk Centre, gruppo leader in Italia e all'estero nell'attività di valutazione e analisi dei rischi in ambito sanitario e medicale, che lo ha realizzato in partnership con la Rete di Imprese "Finance & Risk", presieduta dal docente di management Angelo Paletta.

L'appuntamento scientifico, diretto dal Prof. Luigi Pastorelli e dal Gen. Prof. Michele Anaclerio, ha la finalità di illustrare agli operatori sanitari, ai vertici della Sanità Militare ed ai decisori politici il dato epidemiologico/statistico della incidenza dei tumori al colon e al retto con successiva collocazione di stomia tra gli appartenenti alle Forze Armate e nella popolazione civile. «La specificità del Convegno – spiega il Prof. Bruno Cola in qualità di presidente del Convegno – è quello di stimolare mediante la Tavola Rotonda coordinata dal giornalista Maurizio Carucci il confronto tra i professionisti sanitari operanti nell'ambito civile ed i professionisti sanitari operanti nell'ambito sanitario militare, al fine di favorire uno scambio di expertise».

Su tale premessa il Convegno, che tra i relatori registra la partecipazione del gotha della chirurgia del tratto gastro-intestinale ed urologico, ha ottenuto il patrocinio delle più importanti società chirurgiche, prevede l'intervento conclusivo da parte della Prof.ssa Mariapia Garavaglia in qualità di Vicepresidente del Comitato Nazionale di Bioetica. L'alto livello istituzionale del Convegno, infatti, è attestato dai 18 relatori partecipanti e dai 13 patrocini ricevuti, tra cui spiccano il Ministero della Salute, AIFA, Istituto Superiore di Sanità nonché i principali enti pubblici operanti nel settore della sanità militare e civile insieme alle più importanti società scientifiche di chirurgia e di oncologia.

Tra i relatori militari vi è il comandante della sanità interforze, Gen. Nicola Sebastiani, ed i comandanti dei Corpi sanitari: per la Marina Militare l'Amm. Mauro Barbierato; per l'Esercito il Gen. Antonio Battistini; per i Carabinieri il Gen. Vito Ferrara; per l'Aeronautica il Gen. Paolo Cialone. Sarà presente anche il Direttore dello Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare, Col. Antonio Medica. La voce del mondo ecclesiastico è portata dal responsabile nazionale della Pastorale sanitaria della CEI, Don Massimo Angelelli. La sanità civile, invece, è rappresentata da medici delle società scientifiche e da docenti universitari dell'Alma Mater dell'Università di Bologna. Durante il Convegno verrà presentata una proposta di Disegno di Legge scritta dal Dott. Angelo Paletta e dal Prof. Luigi Pastorelli. La proposta del DDL è tesa a valorizzare il qualificato know how dei militari che vanno in congedo tramite il loro reimpiego temporaneo da parte di PMI italiane, utilizzando agevolazioni fiscali e previdenziali.

Lo Stato italiano, infatti, ha già investito e continua ad investire importanti risorse pubbliche per migliorare la formazione ed ottimizzare le competenze degli ufficiali e dei sottoufficiali delle Forze Armate: tutto questo know how, però, rischia di disperdersi se non viene riutilizzato in ambito civile una volta che i militari vanno in congedo. Secondo le statistiche, il sistema economico italiano ha un urgente bisogno di molti più brevetti per creare valore nelle aziende: per questo motivo è sempre più utile favorire lo scambio di expertise tra i settori militare e civile, sinergia che assumerebbe un ruolo strategico che a cascata sarebbe stimolante per l'incremento del PIL e dell'occupazione, specialmente quella giovanile qualificata così da evitare la "fuga dei cervelli" e magari da diventare attrattivi per brillanti ricercatori stranieri.

È comprensibile, pertanto, che il trasferimento del know how dal settore militare al settore civile può interessare molteplici campi di applicazione: dal settore medico a quello tecnologico, dal settore organizzativo a quello industriale, senza considerare le relazioni internazionali di cui possono avvantaggiarsi le PMI italiane nella competizione globale.

Il programma del convegno è consultabile sul sito www.schultzrisk.eu mentre la richiesta d'iscrizione deve essere inviata a: schultz@schultzrisk.eu

Il programma

Vetrina