LA GESTIONE DELLO SPORT PROFESSIONISTICO NELLA NUOVA ERA DIGITALE - Con l'intervento di GIUSEPPE MAROTTA, MILANO CALCIOMERCATO – 31 gennaio 2020

06/02/2020 14:55


"Occorre sfruttare al meglio (ma con buon senso) il grande potenziale offerto dai Social Network e dai nuovi mezzi di comunicazione": così Pier Antonio Rossetti, Coordinatore Regionale AIAS, ha introdotto i lavori del convegno in oggetto: il secondo evento al calciomercato organizzato con ADISE e MASTER GROUP SPORT, dopo quello di un anno fa, con la preziosa collaborazione di Gabriele Nicolella, membro del coordinamento lombardo di AIAS.

Dopo i saluti istituzionali di Rocco Galasso (Vicepresidente ADISE), Salvatore Civale (Presidente AIAS nazionale), Marianna Sala (Presidente Corecom Lombardia) e Marco Riva (Coni Lombardia), è intervenuto Giuseppe Marotta, Presidente di ADISE e Amministratore Delegato dell'area tecnica FC Internazionale, il quale si è soffermato sull'importanza della formazione e dell'aggiornamento dei dirigenti sportivi e di tutti coloro che operano nello sport, specialmente in relazione all'uso dei social network e delle nuove tecnologie.

Marcel Vulpis (direttore di Sporteconomy.it) ha introdotto i due tavoli di lavoro.

Il primo, sugli strumenti di comunicazione e sulle attività di marketing, ha visto gli interventi di Federico Smanio (Wylab), Simone Tomassetti (Twitter) e Luca Ascari (Carpinvest Group), dai quali sono emersi particolari veramente interessanti sui "numeri" prodotti dallo sport grazie alle nuove forme di comunicazione, evidenziando tuttavia le numerose forme di abusi e contraffazioni. Dal dibattito è emerso altresì come, nonostante siano evidenti le potenzialità di questi strumenti, le aziende ancora oggi non investano a sufficienza, specialmente nella formazione dei "nuovi" professionisti.

Il secondo tavolo è stato poi aperto dall'intervento di Claudio Garzelli, esperto dell'ufficio licenza UEFA, seguito da Michele Salzarulo, Football Analysis FC Internazionale Milano, che ha evidenziato come il club sfrutti al massimo la tecnologia per l'analisi dei dati tecnici e biometrici dei giocatore: measure the past - predict the future.

Infine, si è tenuto un interessante dibattito sugli eSports, con la partecipazione di Pierfilippo Capello (Osborne Clarke), Matteo Masini (Mastersport Institute) e Nicolò Mirra (QLASH), che ha illustrato la sua esperienza come giocatore professionista, suscitando grande interesse.

"Siamo contenti che continui questa sinergia con ADISE e MASTER GROUP, ma anche con CONI LOMBARDIA, CORECOM, CONFCOMMERCIO, ITALIAPROFESSIONI E UNICATT, perché abbiamo tutti a cuore la formazione dei professionisti": così ha concluso Pier Antonio Rossetti.

Vetrina