OSSERVATORIO DIRITTO PENALE

Omesso Versamento dell'IVA in ipotesi di consolidato fiscale e responsabilità della Holding

| 25/02/2020 11:36

NOTA A MARGINE DELLA SENTENZA Cass. pen., Sez. III, del 16 ottobre 2019 (dep. 12/02/2020), n. 5513

L'Osservatorio di Diritto Penale, diretto da Fabrizio Ventimiglia, avvocato Penalista e Presidente del Centro Studi Borgogna

Con la pronuncia in commento, la Terza Sezione Penale della Cassazione, ha affermato che, in regime di consolidato fiscale, la responsabilità della società consolidante per l'omesso versamento dell'IVA di gruppo si configura anche nell'ipotesi di mancata ricezione delle somme dovute, a tale titolo, dalle società controllate poiché, avuto riguardo al potere di controllo esercitabile dalla consolidante sulle altre società del gruppo, l'indisponibilità delle somme necessarie per provvedere al pagamento dell'imposta non può ascriversi a fattori estranei alla sfera di dominio della controllante o da questa non governabili.

Questa in sintesi la vicenda processuale.

La Corte di appello di Firenze, respingeva l'impugnazione proposta dall'imputato avverso la sentenza di primo grado con la quale il medesimo era stato condannato in relazione al reato di cui all'art. 10 ter D. lgs. 74/2000, ascrittogli per avere, quale amministratore di una società a responsabilità limitata, omesso di versare l'imposta sul valore aggiunto dovuto in base alla dichiarazione annuale per l'anno 2009, pari a complessivi euro 861.516,00, entro il termine previsto per il versamento dell'acconto relativo al periodo d'imposta successivo.

Il ricorrente, per tramite del suo difensore, proponeva ricorso per Cassazione, chiedendo l'annullamento della sentenza impugnata, lamentando, nel primo motivo di ricorso, la violazione e l'errata applicazione dell'art. 10 ter D. lgs. 74/2000, avendo rilevato come l'omesso versamento dell'IVA non fosse imputabile alla Holding dal medesimo amministrata ma alle società alla stessa consolidate, trattandosi di somme di cui la società consolidante, pur versandosi in ipotesi di consolidamento fiscale ai sensi del D. lgs. n 344/2003, non aveva mai avuto la disponibilità. Il ricorrente affidava, invece, al secondo motivo di ricorso, la censura relativa alla carenza e manifesta illogicità della motivazione con riferimento all'affermazione della configurabilità della responsabilità dell'amministratore della società capogruppo che non avrebbe potuto rispondere della addebitata omissione in quanto riferibile unicamente alle società controllate che, peraltro, non avevano mai messo a disposizione del ricorrente le somme necessarie per adempiere al versamento del tributo.

La Corte, nel dichiarare manifestamente infondato il ricorso, ha avuto, tuttavia, modo di chiarire i principi di corretto adempimento all'obbligazione tributaria in ipotesi di consolidato fiscale chiarendo, altresì, come la responsabilità della holding venga in rilievo anche con riferimento all'imposta sul valore aggiunto dovuta in base all'imponibile di gruppo.

Orbene, sulla base del consolidato orientamento giurisprudenziale, la Corte nel dichiarare manifestamente infondato il ricorso pone l'accento sui penetranti poteri di controllo che spettano alla controllante in ipotesi come quella oggetto di scrutinio, posto che come rilevato in motivazione ai fini del consolidato fiscale, s'individua come consolidante la società che detiene la maggioranza dei diritti di voto esercitabili nell'assemblea ordinaria di una società per azioni o una partecipazione agli utili superiore al 50%.

E' per questo motivo che la censurata indisponibilità delle somme necessarie per provvedere al pagamento dell'imposta non può essere riconducibile, secondo la Corte, "a fattori estranei alla sfera di dominio della controllante o da questa non governabili (stante la necessaria esistenza di un potere di controllo derivante dalla partecipazione societaria), con la conseguente imputabilità alla stessa della indisponibilità delle risorse necessarie per provvedere al versamento delle somme dovute a titolo di imposta sul valore aggiunto".


Vetrina