Scioglimento di enti cooperativi
Disposizioni di attuazione del codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 17 aprile 1942, n. 91
Disposizioni per l'attuazione del codice civile e disposizioni transitorie [disposizioni attuative codice civile]
Approvate con R.D. 30 marzo 1942, n. 318

CAPO SECONDO. Disposizioni transitorie - SEZIONE QUINTA. Disposizioni relative al libro 5
Articolo 223 septiesdecies
Scioglimento di enti cooperativi
(Rubrica non ufficiale)

Fermo restando quanto previsto degli articoli 2545 septiesdecies e 2545 octiesdecies del codice, [entro il 31 dicembre 2004] gli enti cooperativi che non hanno depositato i bilanci di esercizio da oltre cinque anni, qualora non risulti l'esistenza di valori patrimoniali immobiliari, sono sciolti senza nomina del liquidatore con provvedimento dell'autorità di vigilanza da iscriversi nel registro delle imprese. Entro il termine perentorio di trenta giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale i creditori o gli altri interessati possono presentare formale e motivata domanda all'autorità governativa, intesa ad ottenere la nomina del commissario liquidatore; in mancanza, a seguito di comunicazione dell'autorità di vigilanza, il conservatore del registro delle imprese territorialmente competente provvede alla cancellazione della società cooperativa o dell'ente mutualistico dal registro medesimo. (2)

(1)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato inserito dall'art. 9 D.Lgs. 17.01.2003, n. 6, con decorrenza dal 01.01.2004.

(2) Le parole tra parentesi quadre contenute nel presente comma sono state soppresse dall'art. 10, L. 23.07.2009, N. 99 (G.U. 31.07.2009, n. 176, S.O. 136), con decorrenza 15.08.2009.

Vetrina