Amministrazione in caso di eredi nascituri
Codice civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 4 aprile 1942, n. 79
Codice civile. [codice civile]
Approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262

LIBRO SECONDO. Delle successioni - TITOLO TERZO. Delle successioni testamentarie - CAPO QUINTO. Dell'istituzione di erede e dei legati - SEZIONE SECONDA. Delle disposizioni condizionali, a termine e modali
Articolo 643
Amministrazione in caso di eredi nascituri

Le disposizioni dei due precedenti articoli si applicano anche nel caso in cui sia chiamato a succedere un non concepito, figlio di una determinata persona vivente. A questa spetta la rappresentanza del nascituro, per la tutela dei suoi diritti successori, anche quando l'amministratore dell'eredità è una persona diversa.

Se è chiamato un concepito, l’amministrazione spetta al padre e alla madre. (1)

 

-----

(1) Il presente comma è stato così sostituito dall'art. 84 D.Lgs. 28.12.2013, n. 154 con decorrenza dal 07.02.2014. Si riporta di seguito il testo previgente:

"Se è chiamato un concepito , l'amministrazione spetta al padre e, in mancanza di questo, alla madre."

Vetrina