Dichiarazione d'efficacia in giudizio pendente
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO QUARTO. Dei procedimenti speciali - TITOLO SETTIMO. Dell'efficacia delle sentenze straniere e dell'esecuzione di altri atti di autorità straniere
Articolo 799
Dichiarazione d'efficacia in giudizio pendente
Abrogato

[La sentenza straniera può essere fatta valere anche in corso di giudizio, quando il giudice di questo accerta che ricorrono le condizioni indicate nell'articolo 797 . Tale accertamento produce effetti soltanto nel giudizio in cui la sentenza straniera è fatta valere. Ma, se vi procede la corte d'appello competente a norma dell'articolo 796, l'efficacia della sentenza può essere, su istanza di parte, espressamente dichiarata a tutti gli effetti.

Se la parte contro la quale è fatta valere la sentenza domanda il riesame del merito a norma dell'articolo precedente, il giudice sospende il procedimento e fissa un termine perentorio per proporre la domanda di riesame davanti alla corte d'appello competente]. (1)

 

-----

(1) Il presente articolo è stato abrogato, con decorrenza dal 31.12.96, dall'art. 73 della L. 31.05.1995, n. 218.

 

Vetrina