Sospensione dell'esecuzione e dei processi
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO SECONDO. Del processo di cognizione - TITOLO TERZO. Delle impugnazioni - CAPO PRIMO. Delle impugnazioni in generale
Articolo 337
Sospensione dell'esecuzione e dei processi

L'esecuzione della sentenza non è sospesa per effetto dell'impugnazione di essa, salve le disposizioni degli articoli 283, 373, 401 e 407. (1)

Quando l'autorità di una sentenza è invocata in un diverso processo, questo può essere sospeso se tale sentenza è impugnata.

 

-----

(1) Il presente comma è stato così sostituito dall'art. 49, L. 26.11.1990, n. 353 con decorrenza dal 01.01.1993.

Ai sensi dell'art. 92, comma 1, della L. 26.11.1990, n. 353 così come modificato dall'art. 6, comma 1, D.L. 07.10.1994, n. 571, convertito con modificazioni dalla L. 06.12.1994, n. 673 ai giudizi pendenti a tale data si applicano, fino al 30 aprile 1995, le disposizioni anteriormente vigenti.

Ai sensi dell'art. 90, comma 2, L. 26.11.1990, n. 353 così come modificato dall'art. 9, comma 1, D.L. 18.10.1995, n. 432, convertito con modificazioni dalla L. 20.12.1995, n. 534, gli articoli 282, 283, 337, comma primo, e 431, commi quinto e sesto, del codice di procedura civile, come modificati dalla citata legge, si applicano ai giudizi iniziati dopo il 1 gennaio 1993, nonche' alle sentenze pubblicate dopo il 19 aprile 1995. Si riporta di seguito il testo previgente:

"L'esecuzione delle sentenze, delle quali non e' ordinata l'esecuzione provvisoria, rimane sospesa se e' proposto appello; l'esecuzione non e' sospesa per effetto delle altre impugnazioni, salve le disposizioni degli articoli 373, 401 e 407."

Vetrina