Competenza anteriore alla causa
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO QUARTO. Dei procedimenti speciali - TITOLO PRIMO. Dei procedimenti sommari - CAPO TERZO. Dei procedimenti cautelari - SEZIONE PRIMA. Dei procedimenti cautelari in generale
Articolo 669 ter
Competenza anteriore alla causa

Prima dell'inizio della causa di merito la domanda si propone al giudice competente a conoscere del merito.

Se competente per la causa di merito è il giudice di pace, la domanda si propone al tribunale. (1)

Se il giudice italiano non è competente a conoscere la causa di merito, la domanda si propone al giudice, che sarebbe competente per materia o valore, del luogo in cui deve essere eseguito il provvedimento cautelare.

A seguito della presentazione del ricorso il cancelliere forma il fascicolo d'ufficio e lo presenta senza ritardo al presidente del tribunale [o al pretore dirigente] il quale designa il magistrato cui è affidata la trattazione del procedimento. (2) (3)

-----

(1) La parola " tribunale", citata nel presente comma, sostituisce la parola "pretore", in virtù D.Lgs 19 .02.98 n. 51, in vigore dal 21.03.98 con effetto dal 02.06.99.

(2) Il presente articolo e la sezione di cui fa parte sono stati aggiunti dall'art. 74, L. 26.11.1990, n. 353, con decorrenza dal 01.01.1993.

(3) Le parole "o al pretore dirigente" sono state soppresse dall'art. 107, D.Lgs 19.02.98, n. 51, in vigore dal 21.03.98, con effetto dal 02.06.99.

Vetrina