Esecuzione del sequestro conservativo sui mobili
Codice di procedura civile
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 ottobre 1940, n. 253
Codice di procedura civile. [codice procedura civile]
Approvato con R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443

LIBRO QUARTO. Dei procedimenti speciali - TITOLO PRIMO. Dei procedimenti sommari - CAPO TERZO. Dei procedimenti cautelari - SEZIONE SECONDA. Del sequestro
Articolo 678
Esecuzione del sequestro conservativo sui mobili

Il sequestro conservativo sui mobili e sui crediti si esegue secondo le norme stabilite per il pignoramento presso il debitore o presso terzi. In quest'ultimo caso il sequestrante deve, con l'atto di sequestro, citare il terzo a comparire davanti al tribunale del luogo di residenza del terzo stesso per rendere la dichiarazione di cui all'articolo 547. Il giudizio sulle controversie relative all'accertamento dell'obbligo del terzo è sospeso fino all'esito di quello sul merito, a meno che il terzo non chieda l'immediato accertamento dei propri obblighi. (1) (2)

Se il creditore è munito di privilegio sugli oggetti da sequestrare, il giudice può provvedere, nei confronti del terzo detentore, a norma del secondo comma dell'articolo precedente.

Si applica l'articolo 610 se nel corso dell'esecuzione del sequestro sorgono difficoltà che non ammettono dilazione.

(3) (4)

-----

(1) La parola "tribunale", citata nel presente comma, sostituisce la parola "pretore", in virtù dell'art. 106, D.Lgs. 19.02.98, n. 51, in vigore dal 21.03.98, con effetto dal 18.07.98.

(2) Il presente comma, in vigore dal 01-01-1993, è stato così sostituito dall'art. 75, L 26.11.1990, n. 353.

(3) Il presente articolo è stato così sostituito dall'art. 50, L.14.07.1950, n. 581, ratifica del D.Lgs. 05.05.1948, n. 483, contenente modificazioni e aggiunte al codice di procedura civile.

(4) Il numero della sezione di cui fa parte il presente articolo è stato sostituito dall'art. 74, L. 26.11.1990 n. 353.

Vetrina