Redazione della sentenza
Codice di procedura penale
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 24 ottobre 1988, n. 250
Codice procedura penale [codice procedura penale]
Approvato con D.P.R. 22 settembre 1988, n. 447

LIBRO SETTIMO. Giudizio - TITOLO TERZO. Sentenza - CAPO TERZO. Atti successivi alla deliberazione
Articolo 544
Redazione della sentenza

1.Conclusa la deliberazione, il presidente redige e sottoscrive il dispositivo . Subito dopo e` redatta una concisa esposizione dei motivi di fatto e di diritto su cui la sentenza e` fondata.

2.Qualora non sia possibile procedere alla redazione immediata dei motivi in camera di consiglio, vi si provvede non oltre il quindicesimo giorno da quello della pronuncia. (1)

3.Quando la stesura della motivazione e` particolarmente complessa per il numero delle parti o per il numero e la gravita` delle imputazioni, il giudice, se ritiene di non poter depositare la sentenza nel termine previsto dal comma 2, puo` indicare nel dispositivo un termine piu` lungo, non eccedente comunque il novantesimo giorno da quello della pronuncia.

  3 bis. Nelle ipotesi previste dall'articolo 533, comma 3 bis, il giudice provvede alla stesura della motivazione per ciascuno dei procedimenti separati, accordando precedenza alla motivazione della condanna degli imputati in stato di custodia cautelare. In tal caso il termine di cui al comma 3 è raddoppiato per la motivazione della sentenza cui non si è accordata precedenza. (2)

-------

(1) Il termine di quindici giorni, citato nel presente numero, è stato così ridotto dall'art. 6, D.L. 01.03.1991, n. 60.

(2) Il presente comma è stato aggiunto dall'art. 4, D.L. 24.11.2000, n. 341, con decorrenza dal 24.11.2000.

 

 


 

 

Vetrina