(Art. 116 Cod. Str.) Modello e caratteristiche della patente di guida - Guida dei veicoli utilizzati per il soccorso stradale.
Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 28 dicembre 1992, n. 303 - Supplemento Ordinario , n. 134
Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada.
Approvato con D.P.R. 16.12.1992, n. 495

Titolo 4 - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Paragrafo 1 - Patente di guida (Artt.115 - 121 Codice della Strada) A) - Disposizioni generali sulla patente e sul CAP (Artt. da 115 a 118 Codice della Strada)
Articolo 308
(Art. 116 Cod. Str.) Modello e caratteristiche della patente di guida - Guida dei veicoli utilizzati per il soccorso stradale.

1. La patente di guida, conforme al modello comunitario, ha le seguenti dimensioni: a) altezza 106 mm; b) larghezza 222 mm. Le altre caratteristiche sono riportate nel modello IV.2, che fa parte integrante del presente regolamento.

2. Per evitare i rischi di falsificazione della patente di guida, dopo l'intestazione e l'apposizione della fotografia del titolare, viene applicata, sulle parti da proteggere, una pellicola trasparente di materiale plastico.

3. Le caratteristiche del materiale utilizzato per la patente di guida, le caratteristiche della pellicola protettiva antifalsificazione, le modalità di compilazione del documento, di applicazione della pellicola protettiva sulla patente, le parti della patente da proteggere e gli ulteriori dettagli necessari sono stabiliti con provvedimento del Ministro dei trasporti e della navigazione, da emanare nel termine previsto dell'art. 232 del codice. 4. Le disposizioni di cui all'articolo 116, commi 3 e 4, del codice, si applicano anche nel caso di complessi formati da autoveicolo, anche non classificato per il soccorso stradale, e da rimorchio costituito da veicolo in avaria. è sufficiente che il conducente del complesso sia in possesso della sola patente di guida del veicolo traente isolato, quando venga rimorchiato un autoveicolo su cui sia presente altro conducente, munito della relativa patente di guida ed in grado di azionare i dispositivi di frenatura e di sterzo del veicolo trainato, così da costituire valido ausilio per la corretta marcia del complesso stesso.(1).

-----
(1) Il presente articolo è stato modificato dall'art. 172, D.P.R. 16.09.1996, n. 610 (G.U. 04.12. 1996, n. 284, S.O. n. 212).

Vetrina