Verde21 diventa "società benefit" con l'assistenza di Delfino Willkie Farr & Gallagher LLP

18/07/2018 14:37


Verde21 diventa "società benefit" con l'assistenza di Delfino Willkie Farr & Gallagher LLP
Lo Studio Legale Delfino Willkie Farr & Gallagher LLP ("D-WFG"), con l'Of Counsel Simone Olivetti e l'Associate Federica Pecorini, ha assistito Verde21 nella trasformazione in "società benefit".

Verde21, startup innovativa partecipata da Banca Etica, ha di recente concluso con successo una campagna di equity crowdfunding e ha iniziato la commercializzazione dei propri brevetti "Dynamo": macchine multi sorgente, che utilizzano solo fonti rinnovabili e locali, per la produzione e l'accumulo dell'energia necessaria a riscaldare, raffrescare, produrre l'acqua calda sanitaria degli edifici e garantirne il fabbisogno elettrico.

Lo status di società benefit consentirà a Verde21 di presentarsi al mercato – sempre più sensibile ai temi della responsabilità sociale e della sostenibilità – come una società che persegue, oltre allo scopo di lucro, anche finalità di utilità sociale, come la tutela e la salvaguardia della natura e dell'ambiente, mediante la promozione dell'utilizzo di risorse energetiche libere e pulite.

La disciplina delle società benefit è contenuta nei commi 376-383 della Legge n. 208/2015. L'obiettivo di queste società è migliorare il contesto naturale e sociale in cui operano, riducendo o - se possibile - eliminando le esternalità negative connaturate all'attività di impresa.

Quando una società inserisce le finalità di "beneficio comune" che persegue nel proprio statuto, essa può introdurre nella denominazione sociale la qualifica di "società benefit" o la sua abbreviazione "SB". Ciò determina il sorgere di una serie di obblighi, a carico dell'organo gestorio, tra cui quello di rendere trasparente il perseguimento del beneficio comune, mediante la predisposizione di una relazione annuale, da allegare al bilancio e pubblicare sul sito internet della società.