Orrick in partnership con Crédit Agricole per il primo Le Village by CA in Italia

06/12/2018 14:47


Orrick è lieto di annunciare la partnership con Crédit Agricole per la nascita del primo Le Village by Crédit Agricole italiano, un vero e proprio hub dell'innovazione che ha l'obiettivo di selezionare, sostenere e promuovere startup che operano principalmente ma non esclusivamente in sei diversi ambiti, definiti le "6F": 3 legate alle eccellenze italiane del territorio (Food, Fashion, Furniture) e 3 a settori inerenti al Gruppo CA (Fintech/Insurtech, Future Mobility, France).

L'hub, inaugurato mercoledì 5 dicembre a Milano, fa parte del network di Village sviluppato da Crédit Agricole in tutto il mondo e darà l'avvio a possibili aperture in altre aree di forte presenza del Gruppo in Italia, secondo mercato domestico per CA dopo la Francia.

Le Village è il progetto di open innovation attraverso cui il Gruppo bancario Crédit Agricole si presenta in Italia a sostegno delle giovani aziende ad alto potenziale innovativo e di crescita.
Alla sua realizzazione hanno partecipato attivamente le 12 Business Unit del Gruppo, mettendo a disposizione sia risorse economiche sia un team di lavoro trasversale.

La sede milanese, 2.700 metri quadrati all'interno di un convento del XV secolo in zona Porta Romana, ospiterà dalle 40 alle 50 startup per complessive 200 postazioni di lavoro: uno spazio multifunzionale in cui lavorare in co-working o con uffici singoli, ma non solo. Un vero e proprio ecosistema in cui le singole parti (startup, partner corporate e abilitatori) contribuiscono alla crescita del Village dando vita a un'economia circolare che trova la sua definizione nel concetto "collaborare per innovare".

Grazie a questo modello infatti, fedele al concept francese ma operativamente focalizzato sulle eccellenze del nostro territorio, le startup ospitate dal Village milanese potranno avvalersi di una gamma completa di servizi e prodotti: mentoring, programmi di formazione, coaching, incontri di matching con investitori e aziende corporate, supporto al fundraising e all'internazionalizzazione.

I partner
Alcune corporate italiane e internazionali contribuiscono, ciascuno con le proprie competenze verticali, alla vita del Village e allo sviluppo delle startup residenti: Arlati Ghislandi, Bearing Point, Bormioli Pharma, Econocom, KPMG, NEXI, Nctm, Orrick, PwC e Signify.
Nel Village rivestono un ruolo significativo anche Microsoft e alcuni partner "tecnici" come Ideal Standard.
Infine, Nuvolab, venture accelerator e innovation advisor di Milano, ha collaborato con Le Village come partner progettuale e strategico sin dalla prima definizione dell'iniziativa, supportando la creazione del network di abilitatori e startup coinvolti inizialmente nel progetto e affiancando il team del Village fino alla sua apertura.

Gli abilitatori
Per la realizzazione del percorso ci accelerazione, il Village si avvale della collaborazione e delle competenze di abilitatori del mondo dell'innovazione sia pubblici (es: Università), che privati (Incubatori, Fondi VC, Associazioni di categoria). Ad oggi, hanno aderito al progetto: Angels 4 Innovation, E-Novia, Endeavor Italy, Fashion Tecnology Accelerator, Fintastico, Fintech District/Fabrick, Fortytwo, La French Tech, Mobility Up, NABA Nuova Accademia di Belle Arti, Oltre Venture, Seeds&Chips, The Cambridge Management Consulting Labs, United Ventures, Università degli Studi di Milano Bicocca e Uqido.

Le startup
I primi ‘abitanti' del Village sono sei startup residenti: ARTEMEST (ambito Furniture & Design), ELIGO (ambito Fashion), INTERIORBE (ambito Furniture & Design), PAYDO/PLICK (ambito Fintech), RISARCIMENTO VIAGGI (ambito Future Mobility), TUTORED (ambito France).

Vetrina