Latham & Watkins, Biscozzi Nobili Piazza e Allen & Overy con Azimut nell'emissione di un prestito obbligazionario da €500 milioni

06/12/2019 14:16



Azimut Holding S.p.A., primario Gruppo Italiano indipendente operante nel settore del risparmio gestito, ha concluso con successo l'emissione di un prestito obbligazionario non convertibile a tasso fisso per un valore complessivo di 500 milioni di euro.

Le obbligazioni saranno riservate a investitori qualificati, con esclusione di collocamento negli Stati Uniti d'America ed altri Paesi selezionati, ed è prevista la quotazione presso la Borsa Irlandese (Irish Stock Exchange plc), Euronext Dublin, e l'ammissione alla negoziazione sul relativo mercato regolamentato.

I proventi dell'emissione potranno essere utilizzati dalla società per la propria attività e per finanziarie potenziali investimenti e/o operazioni straordinarie, inclusi possibili riacquisti di equity instruments della società al momento in circolazione e/o per rimborsare parte dell'indebitamento della stessa.

Latham & Watkins ha assistito Azimut per i profili di diritto italiano e inglese, con un team composto da Antonio Coletti, James Baxter, Amina Tsatiashvili e Marta Negro. Per gli aspetti fiscali ha agito lo studio Legale e Tributario Biscozzi Nobili Piazza con un team composto da Oliviero Cimaz e Andrea Spinzi.

Allen & Overy ha assistito i Joint Lead Managers Banca IMI, J.P. Morgan e Nomura per i profili di diritto italiano e inglese, con un team guidato dai partner Cristiano Tommasi e Craig Byrne del dipartimento International Capital Markets, coadiuvati dalle associate Elisa Perlini e Carolina Gori. I profili fiscali sono stati seguiti dal counsel Michele Milanese.

Vetrina