SPORT E MEDIA in Lombardia, giovedì 18 giugno 2020

17/06/2020 10:03


Interessante evento il giorno 18 giugno 2020 ore 12.00 sul tema "Sport e Media", che tratterà dell'indagine di CORECOM LOMBARDIA sull'informazione sportiva nelle emittenti tv lombarde.
Interverranno il Presidente CORECOM LOMBARDIA Avv. MARIANNA SALA, l'Assessore Regionale allo Sport MARTINA CAMBIAGHI, il Docente dell'Università Cattolica Prof. PAOLO CARELLI, il noto "opinionista e milanista" TIZIANO CRUDELI, la giornalista sportiva e conduttrice GIOVANNA MARTINI ed il Coordinatore Regionale della Lombardia dell'Associazione Italiana Avvocati dello Sport AVV. PIER ANTONIO ROSSETTI.


Sarà l'occasione per analizzare l'importante ruolo dell'emittenza televisiva locale che - come noto - ha giocato un ruolo rilevante nell'evolversi della rappresentazione dello sport in televisione.
A partire dagli anni Ottanta, la programmazione sportiva dell'emittenza locale ha contribuito a realizzare quella contaminazione delle trasmissioni sportive con altri generi televisivi, mischiando gli aspetti sportivi al talk show e all'intrattenimento, abbandonando la rappresentazione austera e didascalica propria del servizio pubblico.


L'assenza di dirette degli avvenimenti sportivi per l'elevato costo dei "diritti" ha senza dubbio contribuito allo sviluppo di questo modello di rappresentazione.


E' interessante notare come questo modello sia risultato "vincente" soprattutto nella fase di emergenza sanitaria, quando tutte le manifestazioni sportive sono state sospese.


Mentre le tv nazionali e a pagamento si sono trovate spiazzate, trovandosi costrette a riprogrammare eventi sportivi del passato, le emittenti locali hanno spesso saputo reinventare la propria programmazione sportiva.


Le trasmissioni sportive con dibattiti e discussioni sono in molti casi proseguite con collegamenti in videoconferenza anziché in studio. L'emergenza sanitaria ha offerto interessanti spunti di discussione: nel "microcosmo sportivo" si ritrovano -in fondo- tutte le problematiche sanitarie, economiche e sociali della vita di ogni giorno.


Si pensi alle procedure sanitarie per la ripresa dell'attività sportiva e dei campionati, agli aspetti legati ai diritti TV (l'abbonato che paga un canone ma non riceve una controprestazione, le TV che pagano i diritti ma non possono trasmettere gli eventi, le società di calcio che non ricevono gli introiti televisivi ma devono pagare i calciatori), all'impossibilità di assistere fisicamente agli avvenimenti sportivi.


Le TV locali nelle sere del lockdown sono state insomma una compagnia costante per gli appassionati sportivi.


E poi parleremo di diritti tv, ripresa del campionato maschile, del grande stop del campionato di calcio femminile.


L'evento verrà trasmesso in diretta su Facebook e Youtube sulle pagine di CORECOM LOMBARDIA.

Vetrina