QUANTO SI PAGA PER CASE E TERRENI. Con Il Sole 24 Ore di domani la guida che analizza gli adempimenti e le riforme della fiscalità immobiliare

3 maggio 2016


Da quando il Governo Monti ha introdotto l'IMU, a fine 2011, ci sono stati continui interventi in materia di fiscalità immobiliare. Nonostante le continue modifiche il quadro normativo resta ingarbugliato, la tassazione elevata e il prelievo mal distribuito. Il focus "Quanto si paga per case e terreni", in edicola mercoledì 4 maggio con Il Sole 24 Ore, chiarisce le idee su adempimenti e riforme, spiegando in modo chiaro, semplice ed efficace come pagare l'Iva, che cos'è il credito d'imposta per la nuova prima casa e cos'è il leasing abitativo.
E' vero, come sostiene il Direttore generale delle Finanze, Fabrizia Lapecorella, che la detassazione della prima casa – decisa dal Governo Renzi dal 2016 – ha eliminato molte delle più gravi ingiustizie nella distribuzione del prelievo, alleviando al contempo la pressione fiscale su molti proprietari a basso reddito, ed è vero che l'ultima Legge di Stabilità contiene diverse altre misure orientate alla crescita, ma molto resta ancora da fare soprattutto per i fabbricati diversi dalle abitazioni principali.
Tutti i chiarimenti e gli approfondimenti nella guida "Quanto si paga per case e terreni" con il Sole 24 Ore di mercoledì 4 maggio.