Alleanza Assicurazioni, confermate sanzioni Ivass per ritardo prestazioni

9/2/2018 17:58

Confermate le sanzioni per 320mila euro nei confronti di Alleanza Assicurazioni da parte dell'Istituto di vigilanza sulle assicurazioni per avere erogato la prestazione ai beneficiari in ritardo rispetto al termine di 30 giorni stabilito dalle condizioni contrattuali. La sanzione è stata irrogata a fronte di 57 atti di contestazione per 63 posizioni assicurative (per violazione dell'articolo 183, comma 1, lett. a) del Dlgs 7/9/2005, n. 209). Per il Tar la parametrazione delle sanzioni operata da Ivass (pari circa a un quarto del massimo edittale) «rientra nell'ambito di un congruente, dunque insindacabile giudizio di proporzionalità avuto riguardo allo scopo pubblicistico perseguito dalla norma rispetto alla gravità delle violazioni contestate».

Mentre riguardo al motivo secondo cui Ivass avrebbe dovuto considerare «le plurime condotte come un unico comportamento generale», con applicazione di una sola sanzione, il Collegio osserva che siamo di fronte a «singoli episodi violativi, ciascuno temporalmente identificabile e sganciato dall'altro, tra loro di differente contenuto, caratteristiche, parti ed entità patrimoniale, in grado di disvelare un'azione caratterizzata da elementi di spiccata autonomia fattuale e giuridica; episodi, dunque, separatamente e autonomamente rilevanti ex art. 183 del Codice». (Francesco Machina Grifeo)