omesso versamento

Il passato ricade sul nuovo manager

| 14/12/2017

Corte di cassazione – Sentenza 55482/2017

Risponde del reato di omesso versamento Iva il nuovo amministratore che subentra dopo la presentazione della dichiarazione firmata dal precedente rappresentante legale. A confermare questo principio è la Corte di cassazione, terza sezione penale, con la sentenza n. 55482 depositata ieri.
Il fatto - L'amministratore di una Srl veniva condannato dal tribunale e dalla Corte di appello per il reato omesso versamento Iva. L'imputato ricorreva in Cassazione e lamentava, tra l'altro, l'erronea applicazione della norma penale, poiché la corte territoriale aveva ravvisato la responsabilità del nuovo amministratore pur in assenza di prove.
Secondo la difesa, infatti, l'evasione sarebbe stata determinata dall'inserimento di alcune fatture intracomunitarie nel periodo in cui l'amministrazione della società era affidato ad altro soggetto. L'evasione, quindi, era già stata pianificata prima che l'imputato ricoprisse l'incarico di legale rappresentante.

Continua a leggere sul Quotidiano del diritto

Vetrina