responsabilità sanitaria

Diagnosi fuori tempo, risarcire lesione autodeterminazione su ‘scelte ultime'

| 15/4/2019

Corte di cassazione - Sentenza 15 aprile 2019 n. 10424

«L'ordinamento giuridico non è affatto indifferente all'esigenza dell'essere umano di "entrare nella morte ad occhi aperti"». Con una citazione dalle "Memorie di Adriano" di Marguerite Yourcenar («una delle voci più alte della letteratura del ‘900»), la Terza Sezione civile della Cassazione, sentenza n. 10424 di oggi, ha affermato che la mancata diagnosi in tempo di una malattia mortale priva il paziente del diritto ad operare le sue "scelte ultime", col conseguente diritto di ottenere il risarcimento ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24