testo al senato

Il Dl 'Rilancio' è legge: Cig, superbonus e smart working

16/7/2020

A 48 ore dalla scadenza, il decreto Rilancio incassa l'ok definito al Senato. Anche qui il governo ha posto la fiducia, confermata con 159 sì e 121 voti contrari. Supera quindi la 'prova' senza sorprese per la maggioranza né modifiche al testo (rispetto alla Camera) e si avvia a diventare legge.

Il provvedimento prevede interventi da 55 miliardi di euro per tamponare gli effetti economici dell'emergenza coronavirus. In particolare per imprese, lavoratori con partite Iva e dipendenti, famiglie e associazioni del terzo settore introducendo, fra gli altri, l'estensione alle seconde case del superbonus al 110%, gli incentivi per l'acquisto di auto Euro 6, l'aumento dei fondi per le scuole paritarie, lo slittamento di un mese dei congedi per i genitori e l'anticipo della cassa integrazione prevista per l'autunno.

Vista la portata degli aiuti, non sono mancate proteste e critiche delle opposizioni sui tempi strettissimi per l'esame a Palazzo Madama. "Il governo e la maggioranza hanno dato 3 giorni per convertirlo", è la denuncia di Nicola Calandrini di Fratelli d'Italia che ha negato la fiducia insieme a Lega, Forza Italia e frange del Misto. Del resto "delusione" per l'iter blindato è stata ammessa dallo stesso presidente della commissione Bilancio, il 5S Daniele Pesco.

Per il sottosegretario alla Giustizia, Vittorio Ferraresi: "Il Decreto Rilancio mette in campo 55 miliardi per sostenere famiglie, imprese, liberi professionisti, dipendenti, ed anche il sistema giustizia, con interventi di vitale importanza. La giustizia potrà così tornare alla sua piena funzionalità e avere maggiori risorse a disposizione dell'amministrazione penitenziaria e dell'organizzazione giudiziaria".

IL TESTO DEL DL RILANCIO TRASMESSO AL SENATO

DECRETO RILANCIO - QUADRO DI SINTESI DEGLI INTERVENTI

- GIUSTIZIA - Assunzione di 650 allievi agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria, di cui 488 uomini e 162 donne, mediante scorrimento della graduatoria, per continuare con l'operazione di riempimento degli organici (ulteriori rispetto ai concorsi ordinari). 20 milioni per i pagamenti delle spese di giustizia arretrate per avvocati e tecnici. Misure finalizzate a digitalizzare il processo civile e penale, rendendo più rapide ed efficaci le procedure e tenendo conto delle nuove esigenze di tutela sanitaria. Reclutamento di 400 direttori dell'amministrazione giudiziaria, 150 unità di personale amministrativo, 2.700 cancellieri esperti, 1.000 amministrativi che consentiranno di attuare un programma straordinario per la velocizzazione dei procedimenti giudiziari pendenti e per assicurare l'avvio della digitalizzazione del processo penale, 500 giudici ausiliari di Corte d'appello destinati allo smaltimento dell'arretrato penale.

- SUPERBONUS: la detrazione al 110% per gli interventi che rendano gli edifici più efficienti dal punto di vista energetico e più sicuri in caso di terremoti è stata estesa anche a immobili del Terzo settore e alle seconde case, ad esclusione delle abitazioni di lusso, delle ville e dei castelli. Potranno invece usufruirne i proprietari delle villette a schiera. Per l'efficientamento energetico sono stati rivisti al ribasso i tetti di spesa detraibile, che variano in base al tipo di abitazione. Resta la possibilità di eseguire gli interventi senza mettere mano al portafogli, cedendo il superbonus alle imprese che eseguono i lavori o ad un istituto finanziario.

- ECOBONUS AUTO E MOTO: Incentivi fino a 3.500 euro per chi acquista un'auto Euro 6 (categoria che comprende anche vetture a benzina e gasolio) e rottama un mezzo vecchio almeno di 10 anni. L'incentivo si dimezza senza rottamazione. Il bonus vale fino al 31 dicembre 2020 per auto con prezzi fino a 40 mila euro. Auto green: l'incentivo arriva a 10 mila euro per le elettriche e a 6.500 per le ibride. Per moto e motorini elettrici o ibridi l'ecobonus nel 2020 sale fino a 4 mila euro in caso di rottamazione di un vecchio dueruote. Incentivo anche senza rottamazione, ma fino a 3 mila euro.

- CIG E CONTRATTI: Le quattro settimane di Cig Covid previste per l'autunno si potranno anticipare fin da subito. Mentre i contratti di apprendisti e lavoratori a termine saranno prorogati di tanti giorni quanti sono stati quelli di stop per il lockdown. Via libera anche all'adeguamento delle pensioni per gli invalidi totali, che passano da 285 ad almeno 516 euro.

- SCONTO IMU: I Comuni potranno premiare con uno sconto fino al 20% chi, per pagare l'Imu, scelga l'addebito sul conto corrente.

- DOCUMENTI: Le carte d'identità e le patenti scadute durante il lockdown resteranno valide fino alla fine dell'anno. –

- CONGEDI: Chi ha figli fino a 12 anni potrà utilizzare fino al 31 agosto (un mese in più del previsto) i 30 giorni di congedo retribuito al 50%. In più, i Comuni dovranno usare i 150 milioni aggiuntivi stanziati con il decreto per pensare a centri estivi anche per i più piccoli, fino a 3 anni, e per i più grandi. La fascia di età è stata infatti modificata: da 3-14 anni a 0-16 anni.

- SPIAGGE: Le concessioni degli stabilimenti balneari sono prorogate fino al 2033.

- SCUOLE PARITARIE: Raddoppiati i fondi per le scuole paritarie. Un emendamento approvato dalla commissione stanzia altri 150 milioni. Grazie a una deroga introdotta da un altro emendamento, le classi delle elementari potranno avere anche meno di 15 alunni.

- SERVIZI TELEFONICI 'SGRADITI': L'Agcom può "ordinare, anche in via cautelare" la rimozione dei servizi di telefonia attivati senza il consenso degli utenti. Sono previste multe fino a 5 milioni per gli operatori che non si adeguino.

- PROFESSIONISTI - Ai professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria 600 euro per ciascuno dei mesi di aprile e maggio

SMART WORKING
: per il 50% dei dipendenti della pubblica amministrazione con mansioni che possono essere svolte da casa lo smarti working è prorogato fino al 31 dicembre. La modifica al Dl Rilancio introduce poi il "Piano organizzativo del lavoro agile", con il quale dal primo gennaio 2021 la percentuale salirà ad almeno il 60%.

- ZONE ROSSE: stanziati 40 milioni per i Comuni delle zone rosse esclusi dai primi fondi ad hoc. Altri 20 milioni andranno a puntellare le amministrazioni in dissesto, compresi i Comuni sciolti per mafia.

- TOSAP: per gli ambulanti arriva l'esenzione per due mesi di Tosap e Cosap.

Vetrina