difetto di veridicità

Accertamento paternità, esami tecnici non subordinati alla prove della relazione

| 10/11/2017

Tribunale di Napoli - Sezione 1 - Sentenza 24 luglio 2017 n. 8523

«L'impugnazione del riconoscimento di figlio naturale per difetto di veridicità, ai sensi dell'art. 263 c.c., è ammessa in ogni caso in cui il riconoscimento sia obiettivamente non veridico, a nulla rilevando eventuali stati soggettivi di buona o mala fede dell'autore del riconoscimento, e quindi anche nel caso in cui il riconoscimento stesso sia stato effettuato con la consapevolezza dell'altrui paternità». E per chiedere i relativi accertamenti tecnici non c'è bisogno di fornire la prova della ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24