la decisione

Ancora punibile l'ex convivente che non versa il mantenimento

| 15/6/2018

Tribunale di Treviso - Sentenza 8 maggio 2018

È tuttora rilevante sul piano penale il mancato pagamento dell'assegno di mantenimento al figlio da parte dell'ex convivente. Lo chiarisce il tribunale di Treviso con sentenza depositata l'8 maggio scorso. La pronuncia rappresenta uno dei primissimi interventi dopo l'entrata in vigore del decreto legislativo 21 del 2018 sulla riserva di codice. Ora, il decreto ha cancellato i precedenti riferimenti penali in materia (sia l'articolo 12-sexies della legge 898/1970, sia l'articolo 3 della legge 54/2006). Entrambe le disposizioni sono confluite nella nuova norma del Codice penale, articolo 570-bis («Violazione degli obblighi di assistenza familiare in caso di separazione o di scioglimento del matrimonio»), in base alla quale «le pene previste dall'articolo 570 si applicano al coniuge che si sottrae all'obbligo di corresponsione di ogni tipologia di assegno dovuto in caso di scioglimento, di cessazione degli effetti civili o di nullità del matrimonio ovvero viola gli obblighi di natura economica in materia di separazione dei coniugi e di affidamento condiviso dei figli».

Continua a leggere sul Quotidiano del diritto

Vetrina