la decisione

Market abuse, anche dopo la Corte Ue è salvo il doppio binario punitivo

| 11/10/2018

Corte di cassazione - Sentenza 10 ottobre 2018 n. 45829

È tutta una questione di proporzionalità. La Corte di cassazione, con un'importante sentenza depositata ieri, la n. 45829 della Quinta sezione penale, ha ritenuto che non è violato il principio del ne bis in idem nell'azione di repressione delle condotte di market abuse quando le sanzioni penali e amministrative complessivamente inflitte rispettano il principio di proporzionalità. E questo anche alla luce delle recentissime, del marzo scorso, sentenze della Corte di giustizia europea. A valutare la proporzionalità del cumulo, quando non sono necessari particolari accertamenti di fatto, può essere anche la Cassazione stessa

Continua a leggere sul Quotidiano del diritto