Linee guida fallimento

La bussola della Procura di Milano per i curatori

| 29/1/2019

Dallo stato della contabilità e dei libri sociali ai dati su attivo e passivo; dall'analisi dei bilanci alle operazioni sospette, passando per gli amministratori. La Procura di Milano ha messo a punto le linee guida per i curatori nella redazione della relazione, prevista dalla Legge fallimentare, su cause e circostanze del default, il compito più impegnativo a carico dei professionisti. Il testo rappresenta l'esito di un gruppo di lavoro che ha visto la partecipazione dei Pm del neonato Dipartimento crisi d'impresa, guidato da Riccardo Targetti, e di un pool di professionisti impegnati nelle procedure fallimentari. «L'obiettivo - sottolinea la premessa - è in ogni caso quello di indicare alle predette figure istituzionali ciò che comunque per la Procura della Repubblica deve essere presente nella relazione di cui all'articolo 33 della Legge fallimentare, nella comune convinzione che ciò agevolerà le indagini penali e anche il giusto riconoscimento delle pretese risarcitorie della procedura e, per essa, del ceto creditorio».

Continua a leggere sul Quotidiano del diritto