DL 26 aprile 1993, n. 122

Il saluto fascista è reato, no alla non punibilità per particolare tenuità

17/5/2019

Corte di cassazione - Sentenza 17 maggio 2019 n. 21409

Il 'saluto fascista', specie se fatto durante un Consiglio comunale dove si discute di sicurezza e 'piano Rom', non è un fatto di "lieve entità". Chi lo fa non merita sconti di pena. Lo sottolinea la Cassazione con la sentenza n. 21409 di ieri che ha confermato la condanna a un mese e dieci giorni di reclusione con pena sospesa per Gabriele Leccisi, avvocato neomissino milanese
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24