reati tributari

Occultamento o distruzione di contabilità compatibile con bancarotta

| 24/07/2020

Corte di cassazione - Sezione V penale - Sentenza 24 luglio 2020 n. 22486

Non scatta automaticamente il divieto del ne bis idem in caso di condanna per il reato tributario di occultamento e distruzione delle scritture contabili e la successiva contestazione per gli stessi fatti dei reati di bancarotta fraudolenta patrimoniale o documentale. La Corte di cassazione nel respingere il ricorso - con la sentenza n. 22486 depositata oggi - ha chiarito i diversi profili di offensività della condotta di chi alterando documentazione contabile e appropriandosi indebitamente delle ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto o Banca Dati Diritto24 .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi Guida Al Diritto il più prestigioso settimanale di documentazione giuridica. Banca Dati Diritto24 la nuova banca dati di Diritto24
Vetrina