TRIBUNALE ORDINARIO DI <...>

RICORSO PER PROCEDIMENTO SOMMARIO DI COGNIZIONE
EX ART. 702-BIS C.P.C.

La società <...>, C.F. e P.I. n. <...>, iscritta al n. <...> del Registro Economico Amministrativo, con sede in <...>, via <...>, in persona del suo legale rappresentante, il Presidente del Consiglio di Amministrazione, sig. <...>, nato a <...> in data <...> domiciliato per la carica presso la sede legale, rappresentata e difesa nel presente giudizio in forza di procura alle liti in calce (o a margine del) al presente atto dall’avv. <...> del foro di <...>, unitamente e disgiuntamente all’avv. <...> del foro di <...>, e agli effetti del presente procedimento domiciliata in <...>, via <...>, n. <...>, presso lo studio dell’avv. <...>;

CONTRO

sig. <...>, titolare dell’impresa <...>, con sede a <...>, via <...>, n. <...>,

PREMESSO CHE

                     in data <...> la società <...> ha stipulato con il sig. <...>, titolare dell’impresa individuale <...>, un contratto di appalto relativo all’opera <...> per un corrispettivo di euro <...>, che doveva essere effettuata entro il <...>, così come pattuito nel contratto di appalto e nel capitolato dei lavori che si allega;

                     alla scadenza pattuita, l’impresa <...> non aveva terminato l’esecuzione dei lavori adducendo a giustificazione del proprio ritardo, le seguenti circostanze di fatto: <...>;

                     a fronte di tale ritardo, la società ricorrente ha inviato all’impresa appaltatrice diffida ad adempiere ex art. 1454 c.c., intimando a quest’ultimo di terminare i lavori entro, e non oltre, il termine di venti giorni dal ricevimento della predetta diffida;

                     a seguito di tale diffida, in data, <...> l’impresa convenuta consegnava il cantiere pur mancando di eseguire i seguenti lavori e rifiniture: <...> previste dal capitolato;

                     in particolare, a una successiva verifica tecnica eseguita sul cantiere sono stati rinvenuti i seguenti difetti: <...>;

                     la società acquirente, si è trovata costretta ad intervenire a proprie spese per completare i lavori e per riparare i vizi di quelli mal eseguiti dall’impresa comparente, come risulta dal seguente prospetto <...>, dalla relazione tecnica e dal materiale fotografico allegato, per un ammontare complessivo pari a euro <...>;

                     la negligenza dell’impresa convenuta, inoltre, comportando un considerevole ritardo, ha precluso la possibilità di vendere l’opera de qua ai promittenti acquirenti <...>, come da contratto preliminare che si allega;

                     in ragione di tutto quanto sopra, la società <...> intende agire nei confronti dell’impresa <...> per ottenere la risoluzione del contratto per sua colpa o, in difetto, la riduzione del prezzo, nonché, in entrambi i casi, il risarcimento dei danni arrecati;

                     nel caso di specie, infatti, deve ritenersi che le difformità e i vizi dell’opera siano stati tali da renderla del tutto inadatta alla sua destinazione, sicché appare del tutto giustificata la richiesta di risoluzione del contratto d’appalto ai sensi dell’art. 1668 c.c.;

                     in ogni caso, i fatti narrati rendono del tutto non congruo il corrispettivo pattuito per l’esecuzione dell’opera commissionata, per la quale, dunque, dovrà essere determinato un quanti minoris, deducendo lo stesso dal prezzo pattuito tra le parti;

                     tale prezzo, peraltro, dovrà riconoscersi compensato, in tutto o in parte, con gli ingenti danni sopra citati, secondo le seguenti quantificazioni:

tutto ciò premesso, fatta salva ogni ulteriore ragione di credito, azione, eccezione o difesa nei confronti della ditta convenuta, la società ricorrente, come sopra rappresentata e difesa,

RICORRE

a codesto Giudice affinché, ai sensi del comma terzo dell’art. 702-bis c.p.c., fissi con decreto l’udienza di comparizione delle parti, e il termine non superiore a dieci giorni prima dell’udienza per la costituzione del convenuto, il quale è invitato a costituirsi entro tale termine ai sensi e nelle forme stabilite dall’art. 702-bis, comma quarto, c.p.c., con l’avvertimento che la costituzione oltre il suddetto termine implica le decadenze di cui agli artt. 38 e 167 c.p.c. e che, in difetto di costituzione, si procederà in sua contumacia, per sentir accogliere le seguenti

CONCLUSIONI

Voglia l’Ill.mo Tribunale di <...>, disattesa ogni contraria istanza, e ritenuta la sommarietà della cognizione della causa de qua:

in via principale

I)                     previo accertamento, per i motivi esposti in premessa, del grave inadempimento posto in essere dall’impresa <...> nella misura in cui ha omesso l’esecuzione a regola d’arte delle opere concordate nel contratto d’appalto stipulato in data <...>, dichiarare risolto a ogni effetto di legge per inadempimento della stessa <...>, il contratto di appalto intercorso tra quest’ultima e la società <...>, accertando che, per la causale in questione, nulla è ulteriormente dovuto dalla società committente alla società appaltatrice;

In via subordinata

II)                     previo accertamento del minor valore dei lavori eseguiti e consegnati alla società <...>, in data <...>, ridurre il corrispettivo dovuto per gli stessi all’importo di euro <...>, e, per l’effetto, accertare e dichiarare tale corrispettivo estinto per compensazione, vuoi legale vuoi giudiziale, con il credito di euro <...>, rivendicato in forza dei titoli risarcitori esposti dalla società ricorrente nel presente atto di citazione;

In ogni caso

III)                     previo accertamento, per i motivi esposti in premessa, dell’inadempimento posto in essere da <...> nell’ultimazione dei lavori concordati, condannare l’impresa <...>, in persona del suo titolare, sig. <...> a risarcire alla società ricorrente tutti i danni derivati dalla predetta condotta e per l’effetto a corrispondere la somma di euro <...> o la maggiore somma che risulterà di giustizia, a titolo di risarcimento del danno patrimoniale, oltre interessi legali dalla data della presente domanda sino al giorno dell’effettivo ristoro.

Condannare l’impresa convenuta alla refusione a favore della società ricorrente delle spese, dei diritti e degli onorari relativi al presente giudizio.

In via istruttoria chiede ammettersi prova testimoniale sui seguenti capitoli: <...> indica a testi i sigg.ri <...>.

Offre in comunicazione e deposita in copia in cancelleria, con riserva di produzione dell’originale ove sopravvenga contestazione di controparte, i seguenti documenti:

1)                     contratto di appalto e capitolato stipulati in data <...>;

2)                     diffida ad adempiere in data <...>;

3)                     perizia tecnica;

4)                     materiale fotografico.

Dichiara di voler ricevere gli avvisi e le comunicazioni di cui agli artt. 133, terzo comma; 134, terzo comma e 176, secondo comma c.p.c. a mezzo fax al n. <...> (oppure) all’indirizzo di posta elettronica <...>@<...>it.

DICHIARAZIONE RELATIVA AL CONTRIBUTO UNIFICATO

Ai sensi dell’art. 14 del D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115, si dichiara che la presente causa, secondo le norme del codice di procedura civile, ha il valore complessivo, ai sensi dell’art. 10 c.p.c. di euro <...>, ed è assoggettata a contributo unificato pari a euro <...>.

PROCURA ALLE LITI

Io sottoscritto, <...>, nato a <...> in data <...> nella mia qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione e legale rappresentante della società <...>, delego a rappresentare e difendere detta società, in ogni stato e grado del presente procedimento, compreso l’appello, la fase esecutiva e l’eventuale giudizio cautelare, l’avv. <...>, unitamente e disgiuntamente all’avv. <...>, ai quali conferisco ogni più ampia facoltà e potere delegabile per legge, ivi incluso quello di proporre riconvenzionali, agire disgiuntamente, rinunciare, proporre gravame, farsi sostituire, resistere ad azioni ed eccezioni, chiamare terzi in causa, proporre istanze, avanzare domande cautelari, eleggere altro domicilio.

Eleggo domicilio presso lo studio <...>, in <...>, via <...>.

<...>
È firma autentica

Avv. <...>