COMPENSI PROFESSIONALI

Avvocati, l’onorario va parametrato sulla transazione e non sulla domanda giudiziale

14 Febbraio 2013

Corte di cassazione - Sezione III civile - Sentenza 14 febbraio 2013 n. 3660

La determinazione degli onorari dell’avvocato in una lite conclusasi con una transazione si calcolano considerando il valore della causa alla luce della somma effettivamente corrisposta e non di quella richiesta all’origine. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 3660/2013, rigettando il ricorso di un legale che, al contrario, sosteneva, per una causa di lavoro, doversi far riferimento a quanto richiesto al momento della domanda e non all’accordo successivamente intervenuto
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati