RESPONSABILITÀ MEDICA

La difficoltà della diagnosi non salva il medico imprudente o negligente

Corte di cassazione - Sezione III civile – Sentenza 12 marzo 2013 n. 6093

Il giudice non può escludere la colpa del medico basandosi sulla scusabilità dell’errore diagnostico per la speciale difficoltà della diagnosi – rilievo questo relativo alla sola perizia - senza valutare autonomamente eventuali profili di imprudenza e negligenza che se ricorrenti sono comunque fonte di responsabilità contrattuale anche nei casi di particolare difficoltà. Con questa motivazione la Cassazione, sentenza 6093/2013, ha accolto il ricorso di una paziente a cui era stato erroneamente ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati