RISARCIMENTO DEL DANNO

È autonomo il danno esistenziale “indefinito e atipico”

03 Ottobre 2013

Corte di cassazione - Sezione III civile - Sentenza 3 ottobre 2013 n. 22585

La mancanza di “danno” (conseguenza dannosa) biologico non esclude, in astratto, la configurabilità di un danno morale soggettivo (da sofferenza interiore) e di un possibile danno “dinamico-relazionale”, sia pur circoscritto nel tempo. Lo ha stabilito la Corte di cassazione con una articolata sentenza, la n. 22585/2013, con cui torna sul tema della risarcimento del danno alla persona, addivenendo ad una qualificazione della categoria del danno esistenziale come “indefinita e a tipica” come è “la ...
Attenzione! x

Il contenuto è riservato agli abbonati di Guida Al Diritto .
Se sei già abbonato effettua l'accesso.

Attiva il Servizio

Sei abbonato ma non hai ancora attivato il servizio?

Attivazione
Come Abbonarsi

Non sei abbonato e vuoi sapere come fare?

Abbonati
Vetrina